Investimenti produttivi in aree di crisi industriale

Investimenti produttivi in aree di crisi industriale

20/12/2016 - Su proposta del Presidente De Luca e dell’Assessore Amedeo Lepore, si avviano le procedure per i programmi di investimento finalizzati al rilancio delle aree di crisi industriale.

Per l'attuazione degli interventi sono previsti 15 milioni di euro - oltre alle risorse rinvenienti dagli Accordi di programma ex L.311/2004  e ex L.80/2005 che il Mise sta rendendo nuovamente disponibili - e sarà data priorità ai territori esclusi dalle aree di crisi non complessa che presentano maggiore consistenza di addetti e di superfici industriali (S. Marco dei Cavoti, Oliveto Citra, Sessa Aurunca, Sala Consilina, Vallata, Telese Terme, Eboli e Piedimonte Matese, nonché i Comuni esclusi degli SLL (Sistemi locali del lavoro) di Napoli, Nola, Torre del Greco), passando poi anche agli altri SLL non inclusi finora nella programmazione.


Altri contenuti