Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 2016

Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 2016

29/10/2016 - I Beni UNESCO rappresentano uno spaccato di storia e valori, memoria ed identità della Campania. Monumenti, paesaggio, musei animati da eventi e mostre sono fonte di piacere estetico e, al contempo, di arricchimento culturale. Essi costituiscono un autentico motore, un’efficace risorsa produttiva per la crescita dello sviluppo sociale ed economico.

L'intervista a Francesco Caruso - Consigliere ai Rapporti Internazionali e all’Unesco del Presidente della Giunta Regionale della Campania, nel corso della BMTA

Visualizza il video dell'intervista

_______________________

28/10/2016 - Nel pomeriggio è giunto alla BMTA il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini che ha visitato il Museo - con particolare attenzione alla tomba del tuffatore, manufatto dell'arte funeraria della Magna Grecia - e il Salone Espositivo: “Questa manifestazione - ha esordito Franceschini - è cresciuta negli anni. È una manifestazione di grande qualità con un aspetto internazionale molto importante. Dunque un evento su cui investire. L'anno prossimo la BMTA giungerà al ventesimo anno, sarà quindi un'altra occasione di crescita e contemporaneamente anche un modo per valorizzare il lavoro che si sta facendo a Paestum, un lavoro importante che è un pezzo della riforma del sistema museale italiano che sta dimostrando che cambiando i risultati arrivano”.

Ad accompagnare il Ministro fra gli spazi espositivi della BMTA, anche l’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania Corrado Matera che ha così commentato la visita di Franceschini a Paestum: “Un dato notevole che testimonia la presenza delle condizione per attuare quello che è il sistema turistico Campania, partiamo da Paestum cercando di mettere in rete i grandi attrattori culturali”.

Visualizza il video dell'evento

_______________________

28/10/2016 - Pubblico e privato a sistema per la promozione e la valorizzazione delle destinazioni turistico-culturali, al centro di un convegno dedicato tenutosi presso il Museo Archeologico di Paestum, nell’ambito della BMTA.

“Questo è il sistema turistico che stiamo cercando di mettere in campo - ha dichiarato l’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania Corrado Matera - attraverso gli ambiti territoriali cercheremo di trovare prima una sinergia fra le istituzioni e subito dopo, attraverso la politica dei poli, apriremo ai privati. È stato un incontro importante, si è parlato di argomenti che riguardano anche questo territorio, si è parlato di trasporti e alta velocità. Bisogna affrontare questi temi perché il turismo rappresenta davvero una grande occasione di crescita non solo della Campania ma per l’intera Italia. Resta ancora il turismo il settore principale, e il turismo culturale è il prodotto migliore della Campania”.

Visualizza il video dell'evento

_______________________

28/10/2016 - Le politiche europee per il turismo e il patrimonio culturale e il programma CulturaCrea (PON Cultura e Sviluppo FESR 2014/2020) del Mibact sono stati oggetto della conferenza tenutasi nel corso della seconda giornata della BMTA.

A discuterne - fra gli altri - Silvia Costa, Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo: “La Campania e tutte le regioni meridionali - ha esordito - hanno un potenziale altissimo, in parte sfruttato ed in parte no, perché sono ricchissime di patrimonio culturale. C'è da lavorare per rendere questo patrimonio una filiera, per attivare anche quelle piccole e medie industrie culturali, creative e digitali per ideare anche una nuova offerta di promozione del turismo. Ci tengo a sottolineare che il 51% del turismo archeologico italiano è nelle regioni meridionali. Bisogna trovare il modo di destagionalizzare il turismo; bisogna inoltre pensare alle competenze in cui si può orientare la formazione come il marketing e il management dei beni culturali; bisogna poi utilizzare i fondi europei avendo una visione. Ed infine è fondamentale darsi obiettivi come specializzazione intelligente, digitalizzazione del patrimonio culturale, apertura a nuovi pubblici”.

A prendere parte alla conferenza anche Sebastiano Maffettone, Consigliere del Presidente per le Organizzazioni Culturali della Giunta Regionale della Campania che illustrato le politiche specifiche messe in atto dalla Regione Campania a sostengo delle più ampie politiche nazionali ed europee come la legge di stabilità n.1 del 18 gennaio 2016 dedicata - all’articolo 10 - alla "Razionalizzazione delle funzioni di promozione turistica e culturale", l’istituzione della Scabec e la posta in essere delle azioni individuate nell'ambito della strategia regionale definita con la linea "Cultura 2020" del POC.

Visualizza il video dell'evento

_______________________

27/10/2016 - Inaugurata questa mattina - presso la Basilica Paleocristiana di Paestum - la XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico in programma fino a domenica 30 ottobre 2016. Promossa dalla Regione Campania in collaborazione con la Città di Capaccio Paestum, la Provincia di Salerno, il Parco Archeologico di Paestum, la Scabec spa Società Campana per i Beni Culturali e ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli, la BMTA rappresenta l’unico appuntamento al mondo che promuove siti e destinazioni archeologiche creando integrazione fra diverse culture.

Intervenuto durante la conferenza di apertura l’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania Corrado Matera che ha evidenziato l'importanza della BMTA quale evento di promozione e rilancio di uno dei segmenti più importanti del turismo campano come l'archeologia. “Abbiamo il dovere - ha dichiarato Matera - di fare in modo che questo segmento vada rafforzandosi. Da parte della Regione Campania c'è una grande attenzione per questi siti archeologici. C'è attenzione alla BMTA anche da parte del Governo Nazionale, a dimostrazione di quanto sia rilevante la Campania per il turismo anche a livello nazionale. Il turismo deve diventare la grande industria della Campania, così come più volte ribadito dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha espresso la volontà di fare della Campania il ‘più grande distretto turistico di valore mondiale’. La Campania ha le carte in regola per essere la prima d'Italia”.

L’Assessore si è anche soffermato sulla Commissione congiunta degli Assessori al Turismo e degli Assessori ai Beni e alle Attività Culturali della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome che avrà luogo nel pomeriggio: “La decisione della Conferenza Stato-Regioni di convocare in Campania, a Paestum, la riunione degli Assessori Regionali, è un risultato straordinario che dimostra un’inversione di tendenza: oggi la Campania si pone come meta turistica ambita e c’è grande interesse per le nostre valenze, non solo balneari, in Italia e all’estero. Ciò dimostra che la strategia che stiamo attuando è vincente. In questo anche il turismo archeologico gioca un ruolo importante”.

A coordinare l'apertura dei lavori Ugo Picarelli che ha illustrato l’importanza di un format come la BMTA sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico, con 100 espositori di cui 20 Paesi esteri, e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella splendida cornice del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit proveniente da 8 Paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Spagna, Svizzera) e l’offerta del turismo culturale e archeologico.   “Quattro giorni indimenticabili nel corso delle quali si succederanno più di 60 appuntamenti, dedicati alla  promozione delle destinazioni e della valorizzazione dei siti culturali. Da sottolineare - ha dichiarato Picarelli - la straordinaria presenza istituzionale del MiBACT con il Ministro Dario Franceschini che è atteso per domani, e dei Sottosegretari Dorina Bianchi, Ilaria Borletti Buitoni, Antimo Cesaro. Inoltre questa edizione è carica di un significato ulteriore. Quest’anno infatti abbiamo voluto dedicare la BMTA a Palmira: la tragedia che insanguina il Vicino Oriente sta mettendo in pericolo l’esistenza, non solo delle persone, uccise o costrette alla fuga e all’esilio, ma anche di patrimoni culturali, che rappresentano allo stesso tempo identità e storia di importanti civiltà. La Borsa ha ritenuto quindi di dare attenzione rilevante a Palmira inserendo nella propria immagine coordinata l’hashtag #Unite4Heritage for Palmyra unitamente a una foto del sito, organizzando una conferenza dallo stesso titolo, dedicandole uno spazio nel salone espositivo e svolgendo la seconda edizione del prestigioso “International Archaeological Discovery Award” intitolato al suo archeologo Khaled al-Asaad, che tutti ricordano per aver pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale”.

Presente altresì il Direttore del Parco Archeologico di Paestum Mounir Zuchtriegel: “Siamo onorati della Borsa e dei suoi ospiti di altissimo livello, evento che esprime in pieno il nostro approccio, condiviso con la Regione: legare una comunicazione incisiva e l’apertura al grande pubblico con qualità del contenuto, degno del luogo che la ospita. Eventi come la Borsa creano crescita culturale ed economica e sono fondamentali al giorno d’oggi. Spesso ci dimentichiamo di avere un patrimonio davvero unico al mondo, estrema ricchezza in Campania: noi come Parco stiamo lavorando per cercare di adeguare il livello della gestione e della comunicazione al livello del bene culturale che è altissimo”. 

A chiudere i lavori il Sottosegretario MiBACT Dorina Bianchi: “Sono onorata di essere qui questa mattina. I beni culturali ed il turismo rappresentano l’Italia nel mondo, ciò che gli altri paesi ci invidiano è la capacità che il nostro patrimonio ha di rappresentare un arco storico molto ampio. La Campania è una delle regioni più virtuose sotto questo punto di vista ed il Sud è l'unico motore reale che possa far crescere il nostro paese”.
________________

In occasione della BMTA si è riunita la Commissione congiunta degli Assessori al Turismo e degli Assessori ai Beni e alle Attività Culturali della Conferenza delle Regioni e delle Province.

"Un altro elemento di grande novità e di grande importanza della BMTA è proprio la riunione congiunta delle commissioni della cultura e del turismo qui a Paestum - ha così esordito l'Assessore allo Sviluppo e Promozione della Regione Campania Corrado Matera - Tale convocazione rappresenta un risultato straordinario che dimostra un'inversione di tendenza, oggi la Campania si pone come meta turistica ambita". Nel corso della BMTA l'Assessore ha annunciato la nascita della Carta di Paestum: "Si tratta un documento strategico, un patto tra Regioni per mettere in sinergia Cultura e Turismo, per far si che non siano temi sconnessi tra loro. La cultura è l'anello di congiunzione, il sostrato delle politiche per lo sviluppo turistico. La cultura è il motore stesso del turismo italiano. La seduta pubblica della Commissione congiunta degli assessori al Turismo e ai Beni e alle Attività culturali della Conferenza delle Regioni puó essere considerata la prima pietra per questa forte interconnessione che rappresenta una svolta epocale. Un risultato straordinario che consentirà di intercettare flussi turistici internazionali", ha concluso Matera.

Agli indirizzi di saluto anche il Consigliere per le Organizzazioni Culturali del Presidente della Giunta Regionale della Campania Sebastiano Maffettone che ha ribadito l'intenzione di lanciare: “Un programma basato su itinerari culturali che concerne il turismo e l'economia della Regione. Se riuscissimo a trasformare un itinerario culturale campano in un itinerario culturale italiano sarebbe un gran risultato, e la Borsa è il luogo adatto dunque per lanciare un'idea e discuterla”.

Visualizza il video dell'evento

________________

Il pomeriggio di incontri della BMTA ha visto la presentazione della programmazione regionale 2016-2020. Si è parlato di sistema integrato della cultura, dei beni culturali e del turismo alla presenza del Direttore Generale per le Politiche Sociali, le Politiche Sociali, le Politiche Culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero della Regione Campania Rosanna Romano.

“Le risorse messe in campo dalla Regione Campania nel campo della cultura sono significative, soltanto per il POC Cultura il Presidente Vincenzo De Luca ha pianificato circa 82 milioni e mezzo, destinati a tutti i territori regionali. Con le grandi eccellenze che continuano ad essere sostenute per la pianificazione regionale. Eventi che mettono in luce le qualità, il valore, la mission della Regione Campania in termini di valenza culturale. La Regione Campania vuole che ci sia sempre più interazione fra le risorse nazionali ed europee, anche per questo ha già pianificato una serie di interventi nel campo della digitalizzazione dei musei, archivi e biblioteche, per valorizzare ed investire sull’aspetto dell’innovazione. Ancora, la Regione vuole valorizzare il sistema della impresa”.

A portare il suo contributo anche Antimo Cesaro Sottosegretario MiBACT:“Insieme all'Assessore Corrado Matera e al Consigliere del Presidente Sebastiano Maffettone abbiamo ragionato sulle concrete opportunità che l'asset strategico dei beni culturali può e deve comportare per una Regione come la Campania che è ricca di una straordinaria diffusività di beni culturali. Occorre guardare a questo patrimonio immaginando quante ricadute economiche ed occupazionali può e deve comportare. In quest'ottica la visione strategica di lungo periodo della Regione Campania ci conforta nella speranza. Ognuno è chiamato a fare la sua parte, perché una sana economica della cultura rappresenta una prospettiva di sviluppo per l'intero paese”.

In chiusura l’Agenzia Nazionale del Turismo e la Regione Campania hanno incontrato i buyers esteri. “La BMTA - ha dichiarato Assessore allo Sviluppo e Promozione della Regione Campania Corrado Matera - è una vetrina importante ma il dato significativo è che c'è una grande attenzione verso la Campania. Dobbiamo però fare in modo che i flussi turistici arrivino e si fermino, per fare questo però è importante realizzare il sistema turistico Campania e attuare quella che è la filiera dei prodotti, più prodotti che arriveranno diverse forme di turismo”.

Visualizza il video dell'evento

 


Altri contenuti