Ambiente

Riduzione rifiuti, piano sul tavolo del partenariato

Riduzione rifiuti, piano sul tavolo del partenariato
26-09-2013

Si è riunito, alla presenza dell'assessore all'Ambiente Giovanni Romano, il tavolo regionale del partenariato sul piano per la prevenzione dei rifiuti, finalizzato a determinare una riduzione a monte dei quantitativi prodotti e al loro riutilizzo.

Alla riunione hanno partecipato anche il Ministero dell'Ambiente e numerosi stakeholders, tra enti pubblici e associazioni.

“Esprimo soddisfazione per l'enorme lavoro svolto dagli uffici regionali: a questo lavoro si è giunti, infatti, grazie a risorse interne all'Assessorato”, ha dichiarato l'assessore Romano.

Lo strumento di pianificazione strategica fa leva su due strumenti per raggiungere l'obiettivo: la leva economica e la leva psicologica. La prima viene azionata direttamente da misure atte a incentivare con bonus fiscali o risparmi economici la sana pratica della riduzione dei rifiuti ex ante; la seconda, invece, punta a determinare un cambio culturale, ad alimentare nuovi stili di vita e di consumo, per il riutilizzo dei beni.

Per far ciò la Giunta regionale ha messo in campo 30 milioni di euro per l'attuazione di 14 azioni "positive", diverse a seconda della tipologia di materiale, previste nel Piano.

Contribuendo a ridurre i quantitativi a monte dei rifiuti, ossia la loro produzione, potrà anche essere rivisto il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani per quanto riguarda la dotazione impiantistica.

"Il Piano rappresenta una pietra miliare per la governance ambientale: la Campania è la prima regione d'Italia a dotarsi di tale strumento operativo”, ha concluso Romano.


Altri contenuti