Finanza, tributi e patrimonio

Bilancio: debiti pagati con le economie di spesa

Bilancio: debiti pagati con le economie di spesa
30-09-2013

D’intesa con l’assessore al Bilancio Gaetano Giancane, sono state reiscritte a bilancio in termini di competenza le economie di spesa degli esercizi precedenti, con le quali, nell’ambito delle iniziative assunte dalla Regione sull’accelerazione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione, verranno liquidati debiti certi ed esigibili.

L’Area Programmazione, Piani e Programmi deve provvedere alla liquidazione ed al pagamento dei debiti che afferiscono a impegni colpiti da perenzione amministrativa relativi a capitoli di spesa correlati ad entrate con vincolo di destinazione già accertate.

Gli eventuali ritardi nel pagamento dei suddetti debiti, rientranti nell'obiettivo programmatico di spesa della Regione, potrebbe determinare contenziosi con conseguenti aggravi di spesa per l'amministrazione regionale.

Lo stanziamento di cassa del capitolo denominato “Fondo per spese obbligatorie e pagamento dei residui passivi colpiti da perenzione amministrativa e reclamati dai creditori” del corrente bilancio gestionale non presenta alcuna dotazione finanziaria.

Considerato che, ai sensi della legge di contabilità della Regione Campania del 30 aprile 2002, n. 7/2002, le somme impegnate e cadute in perenzione amministrativa in riferimento agli impegni elencati nella seguente tabella, per un totale di € 33.555.576,67, costituiscono economia di spesa al 31/12/2012 e, poiché risultano correlate ad entrata con vincolo di destinazione già accertata, possono essere iscritte nel bilancio 2013, ai sensi dell’articolo 18 della succitata legge di contabilità n. 7/2002.


Altri contenuti