Politiche sociali

Politiche sociali, 121 asili nido realizzati entro il 2015

Politiche sociali, 121 asili nido realizzati entro il 2015

19/11/2014 - L’assessore alle Politiche sociali Bianca D’Angelo ha presentato oggi in sala giunta il piano regionale per la famiglia e l’infanzia.

Entro il 2015 saranno pronti nelle cinque province della Campania altri 101 nuovi asili nido destinati alla prima infanzia (0-36 mesi), che si aggiungeranno ai 20 già in funzione.

Per sostenerne il funzionamento, la Giunta Caldoro ha programmato ulteriori 17 milioni, di cui 10 milioni destinati alla gestione di tutte le strutture.

Le altre somme saranno invece destinate al sostegno economico di nuclei familiari con a carico persone non autosufficienti (6 milioni) e al Terzo Settore per le azioni di supporto ai servizi domiciliari.

In totale i 121 asili nido del piano straordinario attiveranno 4800 posti.

I 20 asili già aperti e funzionanti in Campania si trovano nei seguenti comuni: Lioni; Liveri, San Paolo Belsito, Castellamare di Stabia, 5 a Napoli città, Acerno, Sala Consilina, Scala, Cava dei Tirreni, Atena Lucana, 3 a Salerno città, Baronissi, Battipaglia, Fisciano.

Già partiti dallo scorso settembre anche tutti i nuovi 65 ‘servizi integrati’ per l’infanzia (2100 posti attivati) finanziati dalla Regione sul territorio della Campania con oltre 12 milioni di euro.

In dettaglio sono 21 nella provincia di Salerno, 19 nella provincia di Napoli, 11 nella provincia di Avellino, 7 rispettivamente nelle province di Benevento e Caserta.

In particolare le tipologie di servizi integrativi finanziati sono: Baby trasporto sociale, Baby Sitting, Campo Estivo, Educatrice domiciliare, Ludo bus, Ludoteca Prima infanzia, Centro prima infanzia, Mamma accogliente, Pre e Post accoglienza, Voucher per posti in nidi comunali, Voucher per servizi di cura.

“Si tratta - spiega l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania Bianca D’Angelo - di un impegno mai realizzato da nessuna Giunta precedente, una azione che riempie di contenuti quelle che si definiscono ‘politiche di conciliazione’ a favore della donna e quindi della famiglia, di cui gli asili nido costituiscono un tassello fondamentale, oltre che rappresentare un diritto per il bambino.

“E’ importante sottolineare anche il risultato colto dall’Assessorato alle Politiche sociali dal punto di vista amministrativo: alle risorse storicamente disponibili, ovvero ai fondi europei per il welfare dell’infanzia, siamo riusciti ad aggiungere consistenti fondi per la gestione e il sostegno dei costi e dei servizi integrativi o sperimentali. Possiamo definire questo stanziamento, contenuto nella delibera da 17 milioni di euro per la famiglia, una sorta di ‘sostegno alle startup’ proprio perché vogliamo che i nostri nuovi asili, i cui lavori sono ormai in corso di ultimazione, possano funzionare al meglio’’, conclude l’assessore.

In allegato il piano degli interventi.


Altri contenuti

 
  • Politiche sociali, 121 asili nido realizzati entro il 2015

    19-11-2014

  • Piani Sociali di Zona 2014

    23-10-2014

  • Centri anti-violenza in Campania, stanziate risorse per 4 milione e mezzo di euro

    17-10-2014

  • Al via campagna contro tumore al seno "Nastro rosa 2014"

    09-10-2014

  • A Nisida attori ex detenuti si raccontano ai ragazzi

    03-10-2014

  • Finanziamenti alle politiche sociali, pronti i decreti per il riparto

    30-09-2014

  • L'assessore D'Angelo incontra il Terzo Settore

    22-09-2014

  • Piani sociali di zona: emanato il decreto attuativo

    22-09-2014

  • Bianca Maria D'Angelo nuovo assessore all'Assistenza sociale

    22-09-2014

  • Inclusione, assessore Russo: "Pronti 5 milioni di euro per il reinserimento sociale di 1500 detenuti"

    22-09-2014