Salute

Assistenza sanitaria, protocollo d’intesa Regione - Seconda Università

Assistenza sanitaria, protocollo d’intesa Regione - Seconda Università
26-01-2012

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, nella qualità di commissario ad acta per la Sanità, e il rettore della SUN di Napoli Francesco Rossi hanno firmato un protocollo d’intesa con cui viene disciplinato il rapporto tra il Servizio Sanitario Regionale e l’Università per lo svolgimento delle attività assistenziali di quest’ultima.

Erano presenti l’assessore all’Università Guido Trombetti, il consigliere del presidente Caldoro alla Sanità Raffaele Calabrò, il direttore generale del II Policlinico Pasquale Corcione, il preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia Giuseppe Paolisso e il direttore amministrativo della SUN Vincenzo Lanza.

Con questo accordo, che avrà validità fino al 31 dicembre 2013, la Regione e la SUN si impegnano a realizzare una fattiva collaborazione per l’integrazione delle attività assistenziali, didattiche e di ricerca tra il Servizio Sanitario e la Facoltà di Medicina e Chirurgia, al fine di assicurare ad esse qualità ed efficienza.

Il protocollo introduce importanti innovazioni sia sugli aspetti organizzativi relativi all’erogazione dell’assistenza da parte dell’Azienda ospedaliera universitaria, sia sulle modalità di finanziamento regionale delle attività.

Le novità contenute nell’intesa sono in linea con i vincoli contenuti nel Piano di Rientro dal disavanzo e di riqualificazione e razionalizzazione del Servizio Sanitario Regionale.

In particolare, si è stabilito che il finanziamento dell’Azienda, fissato in 117 milioni di euro annui per il triennio 2011-2013, potrà essere incrementato a condizione che:

  •  
  • vengano mantenute le prestazioni e le funzioni assicurate nel 2010;
  • l'Azienda ottenga positivi risultati di performance e di qualificazione.

 

Nel dettaglio, il finanziamento aggiuntivo sarà concesso se verranno attivate nuove funzioni di emergenza, se si perverrà progressivamente entro il 2013 alla riduzione del 20% delle strutture complesse, se verrà aumentato il peso medio dei ricoveri in regime ordinario e ridotti quelli impropri.

Per perseguire l’obiettivo di una efficiente gestione dell’Azienda, la Regione e la SUN monitoreranno congiuntamente la gestione economico-finanziaria ed adotteranno misure di contenimento dei costi.

“Il protocollo sottoscritto oggi – sottolinea il presidente Caldoro – assume le indicazioni contenute nella riorganizzazione delle rete ospedaliera regionale".

“Continuiamo lungo la strada dell’ottimizzazione della spesa, riducendo i costi senza alterare la qualità delle prestazioni sanitarie offerte ai cittadini”, conclude il presidente Caldoro.

“Abbiamo siglato – aggiunge il rettore Rossi – una intesa importante e molto innovativa rispetto a quella del 2004, con cui viene ulteriormente rafforzato il ruolo dell’Azienda ospedaliera universitaria all’interno dell’offerta di salute del Servizio Sanitario Regionale".


Altri contenuti

 
  • Assistenza sanitaria, protocollo d’intesa Regione - Seconda Università

    26-01-2012

  • Emergenza, liste d'attesa e piano dei pagamenti: intesa con le forze sociali

    11-01-2012

  • Ospedale San Gennaro, garantito il primo soccorso per le urgenze territoriali

    24-11-2011

  • Debito sanitario, la Campania è in recupero

    09-11-2011

  • Asl Napoli 1, deficit ridotto del 10%

    27-10-2011

  • Giornata nazionale contro l’obesità infantile

    27-10-2011

  • Oltre 550 milioni per le strutture sanitarie campane

    26-10-2011

  • Cto, inaugurata piscina pubblica per riabilitazione

    16-10-2011

  • Apre il nuovo Pronto Soccorso del presidio Nocera-Pagani

    29-09-2011

  • Campania prima in Italia per buona amministrazione

    27-09-2011