Salute

Sicurezza sul lavoro


Compiti e funzioni:

  • Programmazione, coordinamento e controllo delle attività riguardanti la tutela della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, effettuate dalle aziende sanitarie locali della Regione Campania;
  • Monitoraggio dei dati relativi alla vigilanza negli ambienti di lavoro delle aziende sanitarie campane;
  • Interfaccia e coordinamento interregionale nell’ ambito della sicurezza e salute dei lavoratori;
  • Riferimento regionale per i progetti nazionali sugli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali.

Referente, Ing. Giovanna Rotriquenz

Tel. 081/7969259 - 081/7969814 Fax 081/7969274

e-mail: g.rotriquenz@maildip.regione.campania.it

 

TAVOLO TECNICO INTERREGIONALE DELLA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

 

Programmazione attività


 

Protocollo d’Intesa sottoscritto dalla Procura Generale della Repubblica di Napoli e dall’Assessorato alla Sanità della Regione Campania.

Quadro di riferimento

  • Attribuzioni delle Regioni specifiche competenze in materia di sanità e di prevenzione, concorrenti sul piano legislativo, esclusive su quello regolamentare ed amministrativo;
  • il fenomeno delle morti bianche si rivela sempre più emergente e connotato da elementi di forte complessità;
  • l’esperienza di sinergia istituzionale, sviluppata nell’ambito delle attività dell’Ufficio Giudiziario della Procura della Repubblica di Napoli e  delle Aziende Sanitarie di Napoli e Provincia.

La sinergia trae origine dall’esigenza di trasformare esperienze fatte, limitate alla repressione dei reati in tema di tutela di salute e di sicurezza sul lavoro, in una stabile collaborazione istituzionale, dando inizio ad un travaso di esperienza e ad un’osmosi di energie, al fine di garantire obiettivi primari quali la legalità sul territorio e la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.


Strategia Regionale

Obiettivi comuni tra Istituzioni , condivisione delle risorse, realizzazione di connessioni stabili tra Istituzioni complementari deputate ad arginare il fenomeno delle morti bianche sia con il contrasto che con la prevenzione.

 

Obiettivi Protocollo

La collaborazione istituzionale sancita nel Protocollo d’Intesa assolve, così, a varie funzioni: garantire al personale delle AA.SS.LL. una pertinente e corretta formazione, assicurare  un’uniformità di orientamenti su tutto il territorio regionale, potenziare l’azione dei singoli attori attraverso coordinamenti istituzionali, garantire una maggiore tempestività  nell’ambito della repressione del reato  e  valorizzare le relazioni e le sinergie tra gli  ambiti della prevenzione e della repressione.

 

Attività svolte

 

Adempimenti regionali: 
Con l’entrata in vigore del Decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 , i medici competenti, in possesso dei titoli di cui al comma 1 lett. d, sono tenuti a trasmettere,  alla Regione l'attestazione dell’attività svolta come precisato all' art. 38 comma 2; pertanto di seguito si riporta testualmente l'articolo citato (vedi file allegato art.38 D.Lgs.81) e le schede da compilare ed inoltrare alla Regione per assolvere a detto adempimento.E’ una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà rilasciata ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 a cui va allegata, ai sensi dell’art. 38 dello stesso DPR, una fotocopia del documento di identità.
Vanno inoltre allegate alla dichiarazione le attestazioni dei datori di lavoro in carta semplice su carta intestata dell’azienda/ente comprovanti lo svolgimento dell’attività di medico competente o di avere svolto tale attività per almeno un anno nell’arco dei tre anni anteriori all’entrata in vigore del D. Lgs. 81/08.

Titoli e requisiti del medico competente

 

Decreto Dirigenziale del 27/06/2008 e relativi allegati

Per avere informazioni gli interessati potranno contattare il Sig. Antonio Greco al numero telefonico 081.7969814 a.greco@maildip.regione.campania.it

 

Collaborazioni

La Regione Campania e L’INAIL Regionale, nell’anno 2008, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, finalizzato alla prevenzione nei luoghi di lavoro, concentrando le attività nell'ambito della gestione integrata dei nuovi flussi informativi e nell'analisi degli infortuni mortali.
La Regione Campania ha aderito al progetto nazionale del Ministero della Salute – ISPESL , denominato MALPROF, per il potenziamento del sistema di sorveglianza delle malattie professionali ed ha individuato l’ASL NA1 come A.S.L. capofila per l’attuazione di tale progetto.


Altri contenuti