Amministrazione trasparente

Benessere organizzativo


Benessere organizzativo (art. 20)  relativo ai dati inerenti i livelli di benessere organizzativo

Nel corso del 2012 è stata effettuata la rilevazione dello stress lavoro correlato tra i dipendenti della Giunta Regionale. L’indagine è stata realizzata attraverso l’invito a tutti i dipendenti di compilare il questionario HSE dell’INAIL modificato. Le risposte, rigorosamente anonime e volontarie, sono state organizzate per settore di appartenenza del lavoratore.

Ha risposto circa il 22% dei lavoratori e l’analisi delle risposto ha dato i seguenti risultati:

a) In tutti i settori, tranne uno, non sono stati osservati scostamenti dai valori quantitativi di stress lavoro correlato ritenuti “normali” dalla procedura HSE utilizzata.

b) All’interno del range della normalità vi è un posizionamento verso il livello massimo di alcuni valori:

  1. La progressione in carriera appare indeterminata;
  2. La comunicazione interna e istituzionale poco efficace;
  3. Attività formative calate dall’alto e bilancio delle competenze poco sviluppato;
  4. Senso di appartenenza appena sufficiente;
  5. Assenza, in molti casi, di procedure codificate;
  6. Difficile raggiungibilità di alcune sedi di lavoro;


c) Risultano soddisfacenti:

  1. Rapporti di lavoro verticali e orizzontali;
  2. Orario di lavoro e sue articolazioni;
  3. Carichi di lavoro;


E’ stato successivamente somministrato il questionario di secondo livello a tutti i lavoratori del settore operativo in cui era stato osservato uno scostamento significativo. A tale questionario ha risposto l’85% sei lavoratori.

Nel corso del 2012 è stato attivato lo sportello di ascolto per il benessere lavorativo e lo stress lavoro correlato, aperto tre giorni a settimana. A tale sportello si sono rivolti a tutt’oggi circa 30 lavoratori.

E’ stata realizzata nel corso del 2013 una giornata sul divieto di fumo negli ambienti di lavoro mediante una conferenza e la distribuzione di materiale informativo. In tale occasione è stata resa nota ai lavoratori la mappa regionale dei centri antifumo esistenti presso le AASSLL e AAOO della regione.