Amministrazione trasparente

Benessere organizzativo


I dati pubblicati in questa Sezione si basano sulle indagini effettuate presso il personale dipendente della Giunta Regionale nel periodo 2014/2015 sulla scorta del modello di questionario fornito dall'ANAC.

Le aree di indagine hanno riguardato le seguenti tematiche:

Area 1: benessere organizzativo
Area 2: grado di condivisione del sistema di valutazione
Area 3: valutazione nei confronti del proprio superiore gerarchico.

Come si vedrà nelle risultanze dell'indagine allegata, talune maggiori criticità sono state riscontrate con riferimento alle aree inerenti lo sviluppo professionale dei dipendenti ed il complessivo sistema di valutazione.

In ordine a tali criticità, questa Amministrazione, anche in conformità alle Linee Guida del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e del Ministro delle Pari Opportunità del 4/3/2011, ha intrapreso una serie di azioni finalizzate al miglioramento del benessere dei propri dipendenti. Con L. 1/2012 la Regione ha istituito il “Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG)” che, ai sensi della L. 183/2010 ha unificato le competenze dei precedenti Comitati per le pari opportunità e Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing. Con decreto dirigenziale n. 1 del 13/1/2016, giusta delibera di Giunta n. 379/2015 e avviso pubblico del 8/10/2015, il Comitato paritetico è stato costituito con la partecipazione di rappresentanti dell'Amministrazione e di parte sindacale.

Il CUG della Regione Campania, in un'ottica di continuità con l'attività e le progettualità poste in essere dagli organismi preesistenti, opera esercitando compiti propositivi, consultivi e di verifica al fine di realizzare, tra gli altri, i seguenti obiettivi, anche in adeguamento alle indicazioni dell'Unione Europea:

  • parità e pari opportunità di genere, rafforzando la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici e garantendo l'assenza di qualunque forma di violenza morale o psicologica e di discriminazione;

  • favorire l'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l'efficienza e l'efficacia delle prestazioni lavorative, anche attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e di contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici.

 

Ai fini del raggiungimento degli obiettivi prefissati e, soprattutto, ai fini del miglioramento del benessere dei propri dipendenti, la Giunta Regionale si è attivata con le iniziative di seguito brevemente riportate, tutte finalizzate al miglioramento della qualità della vita dei lavoratori e delle loro prestazioni anche attraverso la conciliazione famiglia/lavoro, del complessivo clima organizzativo, della sicurezza degli ambienti di lavoro, della valorizzazione delle risorse umane e della loro motivazione, dei rapporti tra dirigenti e collaboratori, del senso di appartenenza dei lavoratori e della soddisfazione per la propria amministrazione, del riconoscimento delle competenze e degli apporti dei lavoratori, dell'equità di trattamento a livello retributivo nel rispetto della contrattazione collettiva, dell'assegnazione di responsabilità e della ripartizione dei carichi di lavoro.

Con peculiare riferimento al miglioramento del benessere individuale ed organizzativo dei dipendenti, si segnalano le iniziative adottate a sostegno dei lavoratori nell'ottica di una migliore conciliazione famiglia/lavoro e di una maggiore sicurezza sui luoghi di lavoro:

  • in data 4/5/2016 è stato sottoscritto l'accordo tra l'Amministrazione e le sigle sindacali per l'approvazione del nuovo orario di servizio con la previsione di una più ampia fascia di flessibilità, l'aumento delle ore di debito/credito orario da 5 ad 8, l'abolizione della timbratura per la pausa mensa effettuata in sede, l'istituzione della banca delle ore;

  • per diverse annualità, nel periodo di chiusura delle scuole è stato realizzato un intervento educativo e ricreativo con un'iniziativa denominata “Estate dei piccoli ” e successivamente “Campi estivi ”, riservata ai figli ed ai nipoti dei dipendenti della Regione Campania di età compresa tra i 4 e i 13 anni, per una durata complessiva di 6 settimane, che ha visto la partecipazione di oltre 300 bambini all'anno. Per meglio rispondere alle esigenze dei lavoratori e delle lavoratrici di tutte le sedi della Giunta Regionale della Campania, a partire dal 2016 si è esteso il servizio anche nelle 4 province (Avellino, Benevento, Caserta e Salerno). Nel 2012 e nel 2013 il servizio è stato realizzato presso Città della Scienza, nel 2015 l'affidamento è stato dato allo zoo di Napoli e nel 2016 si sono alternate le due società. I campus settimanali si sono svolti nei mesi estivi, dal lunedì al venerdì, durante l’orario di servizio con l’utilizzo di bus-navette dalle principali sedi lavorative regionali, con attività ludiche, laboratori scientifici e creativi ed escursioni didattiche sul territorio.

  • a partire da luglio 2013 è stato realizzato il micro-nido aziendale “Paideia” riservato ai figli ed in via residuale ai nipoti dei dipendenti della Giunta. Il nido è stato realizzato presso la sede regionale di Via Nuova Marina 19/C, palazzo Armieri, piano terra, nei locali ristrutturati e allestiti con tutte le attrezzature e gli arredi strumentali. Grazie ai lavori effettuati nel 2016, il nido può ospitare fino a 30 bambini.

  • il Datore di Lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/2008, ha avviato un programma di attività per assicurare adeguati livelli di sicurezza dei luoghi di lavoro sia svolgendo attività formativa rivolta a tutti i lavoratori sia, con moduli formativi specifici, rivolta ai lavoratori che hanno compiti specifici nelle attività di prevenzione e protezione (RLS, AGE, Preposti, ASPP). Nel corso degli anni, in particolare, è stato realizzato un seminario sulla prevenzione dei rischi legati al fumo di tabacco (2012), a cui hanno partecipato oltre duecento persone, un corso di formazione BLSD 2014 e 2016, con oltre trecento partecipanti e un primo corso sulle tecniche PTHC (Tecniche di primo soccorso, stabilizzazione e allertamento “competente” del Sistema Emergenza Sanitaria (118) a cui hanno partecipato oltre cento lavoratori;

  • nel corso dell'anno 2012 è stata effettuata la rilevazione dello stress lavoro correlato attraverso il questionario HSE dell'INAIL modificato. Nel corso del 2012 è stato attivato lo sportello di ascolto per il benessere lavorativo e lo stress lavoro correlato, aperto tre giorni a settimana, al quale si sono rivolti circa 30 lavoratori.

 

Al fine di promuovere la valorizzazione delle risorse umane in servizio, stimolandone la motivazione ed il grado di soddisfazione, l'Amministrazione si è altresì adoperata con le seguenti iniziative:

  • con Regolamento n. 12/2011 si è attuata una complessiva riorganizzazione degli uffici della Giunta allo scopo di adeguare la struttura sia alla configurazione dell'ordinamento statale, sia alle innovazioni intervenute ed al fine di una migliore redistribuzione e razionalizzazione del personale in ragione delle competenze e delle effettive necessità anche tenendo conto delle funzioni e delle competenze ascrivibili a strutture di rilevanza strategica;

  • alla luce del processo di riorganizzazione di cui al Regolamento n. 12/2011 la Regione, di concerto con il FORMEZ, nell'ottica di una programmazione mirata della formazione e dello sviluppo del personale, ha avviato un'attività volta a costruire un nuovo sistema di profili professionali in grado di semplificare quello attualmente in essere, caratterizzato da un’eccessiva parcellizzazione (77 profili professionali). Sulla base di un bilancio delle competenze dei dipendenti si sono fatte confluire le aree di responsabilità in aree e famiglie professionali affini e sono stati individuati gli eventuali gap di competenze ai fini di una migliore valorizzazione delle risorse umane e di una maggiore coerenza del loro operato con la nuova struttura organizzativa;

  • in ogni caso, l'Amministrazione garantisce costantemente la formazione e l'aggiornamento dei dipendenti, anche attraverso corsi on-line, in merito alle più recenti innovazioni normative. A titolo esemplificativo, si segnala che nel corso dell’anno 2016 sono state erogate 25 attività formative che hanno coinvolto n. 5743 dipendenti per un totale di 169 giorni di formazione (aula, e-learning, webinar, FOCUS);

  • per i dipendenti del comparto nell'anno 2016 si è conclusa la procedura di attribuzione delle progressioni economiche orizzontali con decorrenza 1/11/2015, avviata sulla base dell'accordo di Delegazione Trattante del 18/12/2015, per un totale di 1650 beneficiari. Sono iniziate le trattative sindacali per un nuovo accordo di Delegazione Trattante finalizzato all'avvio delle progressioni economiche orizzontali con decorrenza 1/1/2017, al cui riguardo le parti hanno sottoscritto un impegno formale alla fine del 2016.